STRANGERS IN PARADISE

GRUPPO
 STRANGERS IN PARADISE
 
PERCORSO  AREA TEMATICA IL MONDO DI TERRY MOORE
EDITORE
NAZIONE  Italy
ANNO  
NOTE  

"Strangers in Paradise" ovvero la storia di due ragazze, Francine e Katchoo di cui, per circa quattordici anni (1993 - 2007) Terry Moore ci racconterà amori, avventure e disavventure. Tutto qui? Beh, non proprio... innanzitutto Katchoo ama Francine mentre David, un ragazzo che compare fin dal primo episodio (e che riserverà delle sorprese avanti nella storia), ama Katchoo. Ma non basterebbe certo questo triangolo un poco trasgressivo a spiegare il grande successo di questa (soap) opera né, tantomeno, i riconoscimenti ricevuti, a partire dal prestigioso "Eisner Award" come "migliore serie" ottenuto nel 1996.

 

Il fatto è che Moore riesce a catturare, appassionare, emozionare, commuovere, divertire e stupire il lettore alternando tranquillamente atmosfere scanzonate ad atmosfere drammatiche o addirittura "hard boiled", indugiando ora nell'introspezione dei personaggi ora proiettandoci nell'azione più estrema e, alla fine, sarà molto difficile non ritrovarsi in qualche modo innamorati di quelle due ragazze assai speciali e del loro mondo!

 

 

Caotica la storia editoriale: in pratica si potrebbe parlare di tre serie distinte (per alcuni di una miniserie e di due serie successive). La prima si snoda su tre albi pubblicati nel 1993 - 1994 dalla “Antarctic Press”, la seconda serie, quattordici uscite (1994 - 1996), vede la luce invece per la "Abstract Studios", casa editrice fondata dallo stesso Terry Moore. La più lunga terza serie, 90 uscite (1996 - 2007), prende il via per la "Wildstorm" dell'amico Jim Lee che ne pubblica i primi otto albi per poi tornare ad essere autoprodotta dalla "Abstract Studios" fino all'ultima uscita.

 

In Italia le cose sono ancora più "complicate": nel 1998 ne inizia la pubblicazione la "Castelvecchi" cui subentra, dalla quarta uscita, la "consociata" "Macchia Nera" (sempre del mondo di Francesco "Coniglio Editore") che ne pubblica altri quattro volumi, l'ultimo dei quali nell'ottobre del 2000. Poi, per quasi due anni, il vuoto. La pubbblicazione del nono volume si avrà infatti soltanto nel maggio del 2002 ad opera della "Lexy" che ne ottiene i diritti ma anche questa casa editrice ne pubblicherà soltanto quattro volumi, l'ultimo dei quali a marzo del 2003. Dal numero 13, subentra quindi la "Free Comics" che ne firma altri due volumi (in un anno, il 2004) per poi trasformarsi in "Free Book" e così arrivare alla meta del ventiquattresimo volume con cui si conclude la serie (giugno 2008). 

 

Fortunatamente l'impostazione dei volumi di cui sopra, rimase omogenea per formato e layout (con volumi cartonati che raccolgono quattro/cinque "episodi" per numero) e questo permise una tutto sommato coerente collezionabilità della collana.

 

Tuttavia la “Free Books” si prese la briga di ristampare (a partire dall’aprile del 2006, parallelamente alla pubblicazione dei nuovi volumi) anche i dodici numeri precedenti la sua gestione, rivedendone le traduzioni e arricchendoli di "extra" sia editoriali che iconografici. Si può considerare quindi, quella della "Free Books", la prima edizione italiana COMPLETA dell'opera e che pertanto noi indicizziamo in questa sezione. Non stupitevi dunque dell'apparente incongruità delle date di uscita che indicheranno, per esempio, il numero 20 uscito prima del numero 5 (pubblicheremo comunque nelle singole schede dei volumi i rimandi alle date di uscita delle (prime) edizioni realizzate degli altri editori.

 

Una seconda edizione economica denominata "Pocket" e distribuita anche nelle edicole, fu pubblicata, in formato appunto tascabile, sempre dalla "Free Books" a partire dall’aprile del 2005 e quindi sempre in (sfasata) contemporaneità con l'edizione cartonata e le ristampe. .

 

E' del 2003, invece, la terza edizione, quella che a detta di molti può considerarsi l'edizione "definitiva" di “Strangers in Paradise”, a cura della "BAO Publishing": 6 corposi volumi brossurati che uscirono a cadenza semestrale pubblicando l’intera opera nell’edizione “riveduta e corretta” dallo stesso Moore, in occasione del ventennale della sua uscita.

 

Quest'ultima pubblicazione della Bao è senz’altro pregevole ed oltre al vantaggio di presentare una versione "compatta", "masterizzata" nonchè, tuttosommato, economica della saga, ha sicuramente altri punti di forza tra cui la qualità di stampa (su carta non lucida) e l'accuratezza della traduzione. D'altra parte però quest'ultima edizione è drammaticamente priva di un qualsiasi apparato “redazionale” che invece era presente nell’edizione “Free Books”.

 

Ora, considerando la complessità della trama, i salti avanti e indietro nel tempo che Terry Moore ci fa compiere raccontandoci la storia dei suoi personaggi, gli inevitabili e numerosi rimandi ad aspetti della storia e della cultura di un paese diverso dal nostro... in un opera di una lunghezza piuttosto consistente... beh... almeno per quanto mi riguarda (evidentemente per colpa delle mie ridotte capacità cognitive) qualche riga di "spiegazione" e qualche "riassuntino" mi sembra quasi doveroso. Oltretutto nei sei volumi Bao non è mai ben definito l'inizio e la fine di ogni episodio cosa che invece aiutava non soltanto ad entrare nello spirito delle vicende così come narrate originariamente  ma anche a "comprendere" meglio i cambi di scena e i salti nel tempo di cui parlavamo sopra.

 

Ulteriore punto che deponeva a favore della prima edizione sono le deliziose cover originali che venivano mostrate, a colori, nelle copertine dei 25 (costosetti) volumi e sul loro retro mentre nell'edizione Bao ci vengono tutte presentate alla fine del sesto volume ma, purtroppo, in bianco e nero.

 


In questo caso sembra quindi decisamente valere il detto “due è meglio di uno” e affiancare le due diverse edizioni in biblioteca (come ho scelto di fare io) potrebbe essere un'ottima soluzione per gli appassionati dell'opera!  

 

 

FREE BOOKS
BAO Publishing
[ALTRO]
< GRUPPO PREC. GRUPPO SUCC. >