Forum > Richieste Informazioni > DISNEY

 
Utente non pił registrato
#1  Scritto il 15-07-2013 10:53
Modificato da il 15-07-2013 17:10

Qualcuno mi puo dire quanto costa restaurare la costola,retrocopertina e  togliere lo scotch di un topolino 17 e vorrei sapere se ci sono restauratori di fumetti a bari.un grazie in anticipo a chi mi aiuterà.

jhendrik
#2  Scritto il 15-07-2013 11:30

Se intendi rivenderlo, non farlo restaurare: il mercato attuale non ama i pezzi ritoccati.

Ad ogni modo, dubito sia conveniente: è un pezzo costoso, ma non così tanto.

mdeodati
#3  Scritto il 18-07-2013 07:57

In genere i commercianti di fumetti sono collegati a restauratori di fumetti di cui non sveleranno mai l'identità.

Il pezzo (Topolino n.17)  anche se raro bisogna vedere in che stato è ed un intervento va sempre valutato.

Infatti, anche se restaurato bene non sarà mai come in origine e comunque (dipende dal mercato) perde mediamente, a mio avviso,  di un 30% del valore originale.

Potresti sentire un restauratore di libri antichi, chiedi il preventivo e valuta, dato che questi interventi sono spesso cari...

Un cordiale saluto

Marco 

bolaffi
#4  Scritto il 08-05-2016 16:42

Chiedo perdono ma l'ultimo intervento mi pare davvero bislacco,

Che cosa intende quando afferma che un esemplare restaurato anche con un restauro ben fatto perde almeno un 30% del valore?? Rispetto a cosa? Intende forse che un esemplare strappato, macchiato, con mancanze e chi più ne ha più ne metta, vale il 30% in più dello stesso esemplare (ben) restaurato? Se è così mi pare che lei abbia le idee davvero confuse...  Poi se ha la fortuna di poter pagare quello che costano esemplari da edicola (finché se ne trovano), meglio per lei....

innhert
#5  Scritto il 11-05-2016 02:26

Ma perché questo "gravediggin" di thread sul restauro?

Ad ogni modo il collezionismo è un qualcosa di talmente personale che definire bislacchi i parametri di collezionismo altrui, oltre che pretestuoso mi pare totalmente insensato.
Personalmente fra un topolino macchiato e uno restaurato mi tengo senza ombra di dubbio il macchiato, senza che qualcun'altro se ne esca con le sue assurde teorie sul restauro. Per come la vedo io le macchie, gli strappi, i segni di pennarello, raccontano la vita di quel fumetto e di chi l'ha letto. Al contrario di un freddo (seppur ben fatto) restauro che aggiunge solamente elementi posticci, moderni e fasulli.

bolaffi
#6  Scritto il 12-05-2016 00:01

Ecco, il paragone fatto denota esattamente l'ignoranza (nel senso letterale di chi non sa, senza alcuna offesa!) della maggior parte dei collezionisti sull'argomento "restauro", che da molti è visto come un tabù, perché la maggior parte delle macchie, anche talune orribili e molto estese, possono essere rimosse da chi sa senza minimamente inficiare l'originalità di un abo ! Poi se c'è chi preferisce la macchia ad un albo smacchiato, come si dice... de gustibus non est disputandum!

Riguardo al mio "bislacco" non era riferito ai gusti collezionistici, ma alla sparata che un esemplare restaurato "valga il 30% in meno" senza definire in meno di cosa e senza offrire alcuno spunto di valutazione a supporto di quella percentuale. Tutto qui

innhert
#7  Scritto il 13-05-2016 03:57
Modificato da innhert il 13-05-2016 04:05

Ipotizzando per assurdo di star parlando con un collezionista e non con qualcuno venuto qui a pubblicizzare una sua attività, ripeto il concetto in maniera più chiara:

ogni "vecchio" fumetto ha una storia e un vissuto. Il miglior restauro del mondo, nel caso di un esemplare come quello descritto da OP (con costa e quarta di copertina danneggiata), modifica una storia durata 60 anni. 

 

Ma tralasciando l'amore per il fumetto in se' e parlando di sporche questioni economiche:

per un restauro eccellente sotto tutti i punti di vista si spendono cifre irreali se rapportate allo stato di degrado in cui grava il mercato dei fumetti attualmente.
Giusto per farmi un'idea con qualche dato concreto, quanto faresti pagare per un restauro di un topolino n.17 in quelle condizioni?
Quanto credi che riuscirebbe a venderlo - dichiarando che è restaurato, perchè per una vendita corretta devi specificarlo anche se a restaurarlo è stato il top5 al mondo - coi prezzi di oggi?

bolaffi
#8  Scritto il 19-05-2016 19:12

innhert ha scritto:

Ipotizzando per assur...

Guarda siccome non voglio passare per quello che pubblicizza qualcosa (anche perché di professione faccio tutt'altro e non vivo certo di restauri) ti rispondo con un esempio in campi diversi. Ho la passione per le moto antiche, per restaurare una sottocanna degli anni '20 si spendono cifre "irreali" come dici tu e magari si perde anche il vissuto di quasi un secolo di vita... può darsi. ma alla fine ci puoi montare sopra e andarci a giro. è una soddisfazione unica. Se invece la lasci come l'hai trovata la puoi conservare come un soprammobile ma non puoi usarla. Ho una casa costruita prima dell'anno mille, è un continuo restauro di interni ed esterni se vuoi tenerla e godertela come si deve, ma beninteso potresti tenerla anche con le erbacce dappertutto e con le muffe alle pareti, non franerebbe. venendo ai fumetti, recentemente mi sono aggiudicato il n.83 degli Albi nel Regno per a bellezza di... 40 Euro. Chi  sa.... sa che dovrebbe costare almeno 4-500 Euro. Ha le copertine quasi divise, dei segnetti di stilografica in seconda e poco altro. Me lo restaurerò lavando via i segni e rincollando le copertine, e se necessario integrerò del colore in costa in modo opportuno. Dovessi farlo per terzi, l'intervento non costerebbe più di un pranzo in un ristorante di medio livello. A me va bene così.

12fabio6
#9  Scritto il 20-05-2016 00:03
Modificato da 12fabio6 il 20-05-2016 00:03

 In linea teorica il discorso non fa una piega. Peccato che il mercato attuale non gradisca pezzi restaurati e neppure i pezzi originali ma brutti.

Se ti sei portato a casa un albo da 500 € per 40 € ci sarà un motivo o no? 

Che poi tu sia più o meno bravo a "restaurartelo" non gli farà aumentare il valore.

Utente non pił registrato
#10  Scritto il 02-06-2016 10:05
Modificato da il 02-06-2016 10:06

A parte qualche dettaglio...

francescoct
#11  Scritto il 03-06-2016 10:20

Ancora una volta mi sento perfettente in accordo con Te caro Ken. Il MERCATO LO CONDIZIONIAMO NOI!!! e sembra proprio che qualcuno che ha peso nel collezionismo dei fumetti voglia in questo momento svalutate molti dei pezzi che girano. Per dare ai più questa immagine del mercato. Molti così si fanno condizionare e accettano di svendere i loro pezzi anche pregiati e importanti a prezzi sottostimati Pensando che bisogna accettare ogni prezzo perché li dicono i GRANDI del collezionismo !!' Quindi come si fa a dire che non e'

 cosi?!

Bisogna pensare che qualcuno stia in questo momento speculando al ribasso? Chissà ... Forse in attesa di guadagnarci in futuro con una ripresa dei prezzi dopo aver acquistato a prezzi irrisori...? se questo e' un forum dove ognuno può dire la sua opinione non vorrei adesso vedere cancellata questa mia idea come e' avvenuto l' altra volta o non parteciperò più a queste discussioni. Dimostriamo di essere democratici e rispettosi delle idee di tutti perché ognuno possa liberamente dire la sua! Grazie a tutti per la cortese attenzione.

claudiogioda
#12  Scritto il 03-06-2016 14:00

Sostanzialmente migliaia di collezionisti italiani con libero accesso su ebay vedono dei TOPOLINO in buono stato a prezzi bassissimi e sottocosto ma non clikkano liberamente per paura di ritorsioni da parte di qualche cricca di speculatori. 

Alle mostre poi non vanno nemmeno più perché sono infelici da quando i prezzi hanno cominciato a scendere. A loro piaceva di più quando per fumetti rabberciati veniva chiesto mezzo stipendio. Al collezionista medio piace farsi svuotare il portafoglio.

claudiogioda
#13  Scritto il 03-06-2016 14:14

Ken ha detto che siamo tutti noi collezionisti a fare il mercato e ha perfettamente ragione. Fino a qui ci troviamo in piena sintonia.

 Ma non ha detto che c'è qualcuno che artatamente specula dando informazioni tendenziose allo scopo di riempirsi i magazzini di fumetti da rivendere in un futuro imprecisato quando i prezzi torneranno ad alzarsi.

 

 Sono albi a fumetti, non azioni del Ftsemib. Per questo seguono passioni, mode e richieste del momento, non sempre facili da circoscrivere o accettare.

riccardolagasio
#14  Scritto il 03-06-2016 15:24

francescoct ha scritto:

Ancora una volta mi s...

 

E ancora una volta nessuno legge il regolamento del forum e non sta rispondendo alla domanda fatta. Su presunte o reali speculazioni che avvengono nel mondo dei è pieno il forum

. Per favore andate a cercare i thread e lì dite la vostra. Qui è stato chiesto dell'altro.


Riccardo Lagasio
Amministratore di CollezionismoFumetti