Forum > Richieste Informazioni > OGGI IN EDICOLA

 
#1  Scritto il 07-12-2015 14:50

Igort è quel che si dice un'artista completo, disegnatore, scrittore, editore, è anche un viaggiatore, un Marco Polo del fumetto.

Igort va sul posto e vive con la popolazione del luogo mischiandosi tra loro, vivendo con loro e come loro, da questo tipo di esperienze sono nati i Quaderni Russi e quelli Ukraini, ora è la volta di quelli Giapponesi, Giappone che Igort consce molto bene essendo stato uno dei primi Europei a lavorare per loro, Igort andò in Giappone, per lavoro, la prima volta negli anni 90.

Dei Quaderni disegnati stupendamente, i migliori a mio giudizio, un libro che è molto autobiografico, molto più degli altri due, un gioiellino delle "bande dessinée", un libro a fumetti meraviglioso.

Quaderni Giapponesi

Coconnino, brossura, colore, 162 pagine, 19 €

'[img]http://i105.photobucket.com/albums/m214/ilfallicofolle/DSCN7457%20Small_zpsewv95hqx.jpg[/img] [immagine non trovata].'

Gli altri Quaderni Russi e Ukraini 

questi di Mondadori

'[img]http://i105.photobucket.com/albums/m214/ilfallicofolle/DSCN7452%20Small_zpsrtbpi5oo.jpg[/img] [immagine non trovata].'

Le pagine nomadi inerenti ai 2 viaggi (questo di Coconino)

'[img]http://i105.photobucket.com/albums/m214/ilfallicofolle/DSCN7455%20Small_zpstluj18lx.jpg[/img] [immagine non trovata].'

#2  Scritto il 07-12-2015 17:42

KEN51 ha scritto:

Grande Igort &nbs...

Penso che in Italia sia il più grande rappresentante del Graphic Journalism nostrano e che disegna molto meglio di Delisle o Sacco........... secondo me

#3  Scritto il 07-12-2015 21:51

KEN51 ha scritto:

[quote][b]lenuvolepar...

Sacco è bravissimo con quel suo tratto "pieno", "spesso" un po come quello di David B (che è un grandissimo)

Io però preferisco Igort a Sacco, Igort spazia è più poliedrico, il tratto di Sacco è quello. è suo, bello e inconfondibile

Mentre Mannelli...io non sono mai riuscito ad appezzarlo, a capirlo, non mi è mai piaciuto.....mea culpa

#4  Scritto il 08-12-2015 14:02

KEN51 ha scritto:

[quote][b]lenuvolepar...

VERO! Gipì lo adoro, è che esistono pochi albi di Mannelli, nel senso tutto un albo suo, io lo ho letto sempre e solo, qua e la, in riviste o racconti brevi sui giornali