Forum > Richieste Informazioni > ALTRI FUMETTI (Anteguerra / Dopoguerra)

 
Utente non pił registrato
#1  Scritto il 23-05-2015 18:19
Modificato da riccardolagasio il 25-05-2015 21:57

Salve a tutti. Cerco informazioni su questa serie di albi di cui sono ventuto in possesso, pochi numeri fin'ora. Non ho trovato niente al riguardo se non una incompleta cronologia.

 

Grazie a tutti.

Utente non pił registrato ha allegato le immagini:
4515.jpg 4516.jpg
Pierangelo Serafin
#2  Scritto il 23-05-2015 20:48

Secondo l'edizione aggiornata al dicembre 1992 del "Catalogo del fumetto italiano" si tratta di una serie quindicinale composta da 25 numeri (25 maggio 1962-28 dicembre 1963), che dal numero 26 ospita avventure di Pantera Bionda sino al numero 42 (17 gennaio 1965).

Utente non pił registrato
#3  Scritto il 23-05-2015 22:04

Grazie mille...Essendo un appassionato dei fumetti western, ed avendo trovato delle storie interessanti sugli albi in mio possesso, ditre che ne vale la pena cercare anche i numeri mancanti o non tutti trattano un racconto western?

Pierangelo Serafin
#4  Scritto il 24-05-2015 00:38

Pantera Bionda è una tarzanide cioè uno di quei personaggi ispirati a Tarzan quali sono anche Ka-Zar ed Akim tanto per fare un esempio. Quindi direi che si discosta molto dal western e la vedo come una mossa editoriale per risollevare le sorti del quindicinale cambiando completamente genere. A livello collezionistico, in questi casi, ci si trova ad un bivio: o scegliere di recuperare solo i numeri con tematica western che ti interessano o cercare di fare la completa che, a livello puramente collezionistico, aumenta il valore complessivo della serie. Dipende molto dalle risorse economiche e dal tempo che uno ha a disposizione per effettuare, salvo colpi fortunati, il recupero di serie così datate e molto particolari. L'esiguità dei numeri che compongono la serie completa e le dimensioni modeste della casa editrice mi fanno credere che non sia stata un successone e di conseguenza non ne girino molte di copie. Ci sono esperimenti editoriali anche più brevi di case editrici di grande portata che sono, ancora oggi a distanza di tanto tempo, reperibili più facilmente proprio perchè chi li ha editati ha potuto tirare e distribuire sul mercato un notevole numero di copie. Premetto che non conoscendo la serie in questione magari stò prendendo un abbaglio ma la scarsità di notizie che sei riuscito a recuperare mi fà propendere per la prima ipotesi.

Utente non pił registrato
#5  Scritto il 24-05-2015 10:37

gentilissimo ed esauriente